percorsi di danzamovimentoterapia

movimentoterapia

 

La danzamovimentoterapia è una disciplina orientata a promuovere l’integrazione fisica, emotiva, cognitiva e relazionale, la maturità affettiva e psicosociale e la qualità della vita del bambino. La specificità della danzamovimentoterapia si riferisce al linguaggio del movimento corporeo e della danza e al processo creativo quali principali modalità di valutazione e intervento all’interno di processi interpersonali finalizzati alla positiva evoluzione della persona. La danza, non intesa come tecnica corporea ma come espressione originaria dell’essere umano, permette di esprimere ciò che le parole non sanno dire e di liberarsi dai condizionamenti e possibilità di ritrovare l’unione mente-corpo-cuore.

Com’è strutturata l’attività di danzamovimentoterapia: s’impara giocando a sentire la musica attraverso il corpo e il movimento; a sviluppare la sensibilità all’ascolto in un’età in cui ogni genere di musica è accolta con curiosità e invita spontaneamente a muoversi in modo naturale; a relazionarsi con gli altri attraverso il linguaggio espressivo corporeo, sia nel rispecchiamento che con risposte personali, a sviluppare la coordinazione e praticare un allenamento corporeo in funzione di una crescita sana; a prevenire le difficoltà di concentrazione dovuta all’eccesso di stimoli della vita quotidiana; ad introdurre i bambini ad eventuali successive attività legate alla musica, al movimento e al teatro.

La danzamovimentoterapia per bambini e adolescenti è una danza come “forma” di educazione. L’energia vitale che spinge il bambino ad esprimersi, a conoscere, a comunicare, diventa attraverso una danza senza stereotipi o formalismi, espressione completa di un sé profondo.

Attraverso la danza anche il bambino più “chiuso” può “aprirsi”, a se stesso così come agli altri ed acquisire un maggior senso di fiducia. In questo modo può conoscersi e, attraverso questa consapevolezza, può conoscere e apprendere con entusiasmo. L’introduzione della danzamovimentoterapia nelle scuole è importante perché il bambino/ragazzo può praticarla direttamente nel luogo dove studia, dove cresce, dove possono nascere e risolversi i conflitti.

Annunci