Spazio d’ascolto psicologico

Obiettivo generale del nostro intervento è promuovere una cultura della prevenzione e del benessere volta a sostenere le potenzialità di ogni individuo e in particolare dei giovani in età evolutiva nella dimensione fisica, psichica e sociale.

Il nostro intervento si pone i seguenti obiettivi specifici:

– Accompagnare i bambini e gli adolescenti, durante le varie fasi del ciclo evolutivo, offrendo loro sostegno psicologico ed emotivo;

– Potenziare i fattori di protezione dello sviluppo globale dell’infanzia e dell’adolescenza;

– Favorire il riconoscimento dell’importanza dei vissuti individuali e la scoperta di nuovi canali comunicativi;

–  Supportare i nuclei familiari multiproblematici e favorire il miglioramento della relazione genitori-figli;

– Accompagnare l’utenza verso un’adeguata presa in carico.

Lo sportello psicologico progettato dell’Associazione, presidiato da psicologi clinici ad orientamento dinamico, adotta la metodologia del Counselling psicodinamico. Counselling è un termine inglese traducibile con le parole “consulenza” o “consultazione”. L’etimo è latino e si rifà al verbo “consulo”, che significa “avere cura di”, “venire in aiuto di”. Nella sua accezione più ampia fa riferimento a uno scambio relazionale tra un professionista e una persona che si trova in difficoltà e chiede un aiuto per rispondere alle sollecitazioni ambientali.

Si tratta di un intervento di sostegno, mirato a specifiche situazioni problematiche, circoscritto ad una durata temporale breve. Tale modello di intervento è indicato per soggetti che possono trovarsi in un momento di difficoltà o di crisi e che, di solito, hanno resistenza a intraprendere una relazione di cura a lungo termine che verrà attivata solo qualora, dopo una prima valutazione, si riterrà necessario.

L’obiettivo è quello di aiutare l’utente ad affrontare un particolare momento di impasse, che può essere relativo a delle difficoltà in ambito familiare, scolastico o relazionale, favorendo il riconoscimento delle proprie risorse. Lo psicologo si farà carico di prendere contatti con i servizi territoriali allo scopo di indirizzare gli utenti qualora durante la consultazione emergessero esigenze particolari.

Particolare attenzione viene data al sostegno delle competenze genitoriali con l’obiettivo di sostenere i genitori ed aiutarli a comprendere le difficoltà sperimentate nella relazione con i propri figli. Uno sportello di sostegno alla genitorialità mira a individuare quali sono le dinamiche familiari conflittuali che si sono attivate e che ledono la relazione genitore-figlio, a sostenere i genitori nel loro ruolo e a ristabilire un equilibrio che vada a vantaggio dell’intero sistema familiare.

Lo sportello d’ascolto offre a tutta la comunità percorsi gratuiti di quattro incontri individuali, registrando nei quattro mesi di attività (Marzo-Giugno 2018) circa 20 accessi, evidenziando un forte bisogno da parte del territorio. Il lavoro degli psicologi-psicoterapeuti è completamente a titolo volontario.

Annunci